Il Cloud a Smau 2012 e Office 365

Smau è un appuntamento fisso per gli operatori del settore, e anche quest’anno ci sono a Milano molti visitatori, sia del settore che Tecno-fan che vengono a scoprire le novità. A Smau 2012 si parla molto di “Cloud” e l’interesse delle persone è più alto degli anni precedenti per i prodotti SaaS semplici immediatamente utilizzabili per il proprio lavoro. Office 365, Google apps ma anche qualche novità, come le applicazioni gestionali per piccole aziende e professionisti in formato SaaS di Wolters Kluwer.

Questa forse per noi è la novità più grande. La possibilità che oggi anche uno studio di commercialisti ha di togliere definitivamente i server locali e collegando i Personal Computer ad internet, lavorare nel Cloud.

Le diffidenze sono ancora tante, e spesso non è un problema di costi del servizio, ma di continuità dello stesso a fronte di cadute di banda disponibile e come sempre di percezione della Privacy e sicurezza dei dati.

WP_001252Dico “percezione” perché mentre il tema dei collegamenti ad internet e della velocità di accesso è “oggettivo” il tema della sicurezza e della “privacy” è molto soggettivo. Le certificazioni di sicurezza dei principali operatori ci sono, l’adeguamento alle regole della Privacy Europea anche, ma resta nelle persone la diffidenza nel mettere i propri dati e informazioni “fisicamente” in archivi esterni al proprio.

Questa diffidenza, tipica italiana, frena un po’ in cambiamento ma non è bloccante perché come tutte le novità, dopo che provando e riprovando non succede nulla di negativo, e si possono cogliere i benefici, le persone sicuramente accetteranno alcuni rischi differenti da quelli a cui sono abituati. Dico “rischi” perché sia ad avere i dati nel proprio server in ufficio, sia ad averli nel Cloud i rischi di furto ci sono. Ma il rischio di perdita dei dati nel Cloud è molto inferiore perché l’infrastruttura è gestita a regola d’arte, da operato professionali.

WP_001254Il tema si sposta quindi sulla certificazione e sulla professionalità garantita di chi offre il servizio, ma questo è un altro discorso e vale per qualsiasi acquisto.

Per quanto riguarda Office 365, le sessioni di Microsoft sono molto frequentate, da una audience questa volta maggiormente sbilanciata sulle piccole aziende e sui professionisti, non del settore ICT. segno che l’interesse al servizio si sta diffondendo.

Resta sempre il forte desiderio di capire se questa nuova offerta permette di “evitare” l’acquisto dell’Office da installare sul proprio PC. Purtroppo non esiste ancora un Office Web che abbia tutte le funzionalità dell’Office installato sul PC come non le ha Google Docs.

foto stand ore 9.20 (in seguito ovviamente molto frequentato)

WP_001256La possibilità però di scaricare fino ad un massimo di 5 installazioni di Office Professional Plus 2010 e successivi con una licenza di Office 365 che lo include (E3 da 19€ al mese) permette però dei risparmi notevoli.

Vi invito allo stand dei partner Microsoft dove mi troverete sotto il cappello di Office 365 a fare una chiacchierata con me so come passare al Cloud risparmiando e cogliendo i benefici maggiori con Microsoft.

Quest’anno Microsoft ha delegato ai partner la presenza a SMAU a parte il booth di Office 365 e i convegni su Office 365 in cui parlo e quelli su Windows 8 in cui parlano altri. Sembra una strategia voluta per creare interesse ed enfasi sul lancio di Windows 8 le cui novità ed anteprime sono divulgate altrove. Tutto il resto è già in Cloud!!!? Peccato che proprio in fiera Milano le connessioni internet wifi e gli accessi dalla propria chiavetta o da telefono sono saturi, quindi le paure delle persone sulla poca disponibilità della banda, trovano nella maggiore esposizione del settore ampie conferme!! Questo si che è un autogol.