L’uomo e la tecnologia di domani

La visione del film “Trascendence” , che personalmente consiglio, mi ha francamente stimolato un pensiero negativo sulla tecnologia, che non avevo mai avuto.

Risultati immagini per immagini transcendenceConsiderando, invece, che l’evento che portiamo oggi alle aziende, comincia con questo video, dove si mostra che, in un mondo in cui tutto è tecnologico, l’uomo acquista valore, non mi sarei aspettato il finale  catastrofico come del film. Infatti racconta della distruzione di internet realizzata di proposito per evitare che un uomo entrato con la coscienza nella rete diventi immortale e governi il mondo, seppur a fin di bene.

I film sono  romanzi, le loro riflessioni provocano tuttavia pensieri legati alla realtà che viviamo e la trasformazione digitale in corso che porta ad una connessione di tutti gli oggetti e strumenti che imageutilizziamo per vivere lascia intravvedere all’orizzonte, se fosse realizzata, alcuni problemi di coscienza. Siamo in effetti ancora lontani dall’uomo / robot però la robotica ci racconta i passi da gigante che permetteranno alla tecnologia di sostituire le mansioni umane a diversi livelli liberandoci da tanti lavori, tuttavia io credo ancora che questo aumenterà a dismisura il valore dei lavori rimanenti che può svolgere solo l’uomo!.

Preferisco stare su questo messaggio per il momento, pensare che l’uomo acquista valore con la tecnologia anche se essa è portata all’estremo ed utilizzata a tutti i livelli.

Gli esempi che stiamo vivendo per ora vanno in questa direzione ed è già coimagesi è difficile avere una diffusione di comportamenti “sani” legati alla tecnologia, che non riesco ora a preoccuparmi di cosa succederà quando saremo tutti più maturi ed essa sarà ancora più pervasiva. Cosa significa per ora “comportamento sano”: significa “saper utilizzare bene una nuova tecnologia cambiando il proprio comportamento per accoglierla nel modo di vivere il proprio tempo traendone il massimo dei benefici”.

Quello che vale per le persone vale per le aziende. Vediamo aziende piene di tecnologia che non usano e quindi non migliorano niente dei loro processi o organizzazioni grazie ad essa.

Un esempio sul lavoro sono lo tecnologie che permettono lo “Smart Working” più o meno presenti in molte aziende e acquistabili a prezzi contenuti, che non vengono usate o solo parzialmente, mentre le persone lavorano come sempre, o se vogliono cambiare sono costretti dai “manager” maniaci del controllo a ritornare sui propri passi.

Anche a casa vedimageiamo tecnologie mature come la domotica che sono assolutamente sottovalutate e anche quando ci sono sono poco utilizzate. A tale proposito abbiamo noi stessi implementato l’ufficio e la casa domotici e stiamo lavorando con una azienda leader in questo settore con cui abbiamo realizzato una comunicazione meno tecnica e più emozionale sul tema www.viveredomotico.it perché vogliamo in ogni settore trascendere dalla tecnologia e coglierne le opportunità di cambiamento per l’uomo.

L’uomo, il tempo, il benessere psicofisico delle persone e la salute sono i veri valori di cui riappropriarci, non il denaro ne il business e assolutamente non la tecnologia. Tutti gli interventi di www.awan.it vanno in quella direzione.