L’IA per le PMI

Recentemente ho letto un articolo in cui si parla della generazione Z come l’ultima generazione umana. Questo significa che ad un certo punto della nostra storia l’Uomo per sopravvivere avrà la necessità di utilizzare tecnologie di intelligenza avanzata ed artificiale in modo naturale come se fossero parte di se, nasce una specie superiore all’homo sapiens ce include la simbiosi con le macchine. 

 

Oggi siamo veramente agli albori dell’utilizzo di questa tecnologia intelligenza artificiale tuttavia gli effetti sulla nostra vita già si vedono punto molto spesso ci affidiamo per gli acquisti a proposte che ci fanno dei siti in base ai nostri comportamenti, abbiamo in casa Google ho ci facciamo consigliare da Netflix le prossime serie TV da vedere oppure ancora il prossimo video su YouTube da vedere ho il documento da allegare una mail scelto da Office tra gli ultimi che ho modificato.

Tutti questi meccanismi basati su algoritmi sono un esempio primordiale di applicazioni di intelligenza artificiale che, se vogliamo comprendere, dobbiamo cominciare oggi a studiare perché avranno sviluppi dirompenti nel nostro futuro. 

 

 

Al di là della paura delle persone perdere il lavoro che pervade l’immaginario degli uomini, utilizzare intelligenza artificiale significa essere aiutati in modo semplice ed efficace dalle macchine, senza per questo perdere la nostra caratteristica gli esseri senzienti delegando completamente all’algoritmo ultima parola.

Governare l’IA invece ci obbliga a comprendere fin d’ora le applicazioni che collegate che si possono sviluppare per il nostro lavoro e per l’azienda in modo da iniziare avviare progetti di sperimentazione. Le applicazioni dell’intelligenza artificiale sono infinite però possono essere classificate come ogni altra applicazione di processo al fine di aumentare la fidelizzazione del cliente o le vendite oppure la produttività interna dell’azienda.

 

Quello che cambia radicalmente sono le potenzialità: ad esempio la possibilità di suggerire in modo intelligente all’utilizzatore sia esso un venditore o un esperto di contabilità delle attività operative migliorative per il proprio ruolo oppure di aiutare nei processi previsionali come il forecast vendite o ancora nell’offrire servizio assistenza clienti rispondendo ad una richiesta vocale con la soluzione spiegata in modo semplice, senza intervento umano.

Oggi è semplice sviluppare applicazione di questo tipo come le famose “chatbot” perché aziende come Microsoft hanno messo a disposizione dei programmatori strumenti evoluti per impostare dei programmi che ragionano secondo le logiche dell’intelligenza artificiale che sono il “machine learning”, advanced analytics etc… 

 Perché oggi si parla di intelligenza artificiale sempre più prepotentemente? Perché c’è una convergenza tra 3 aree tecnologiche importanti che sono:

 

  1. l’aumento dei dati a disposizione

    che servono per istruire le macchine intelligenti a dare risposte valide.

  2. l’aumento della capacità computazionale che serve per eseguire velocemente algoritmi complessi apprendimento e di previsione statistica
  3. infine la diffusione dei linguaggi come il Python e l’R che sono molto diversi da quelli precedenti e permettono analisi semantiche e statistiche con funzioni dedicate all’apprendimento delle macchine.

Siamo appena all’inizio del viaggio che avrà il suo punto di svolta quando si creerà l’effetto che gli esperti chiamano “SINGOLARITA” cioè la convergenza di tutte le tecnologie verso la costruzione di robot antropomorfi che potranno sostituire l’uomo superando tranquillamente il test di Turing anche visuale.

 

 

ora però cerchiamo almeno di capire questo fenomeno dell’Intelligenza Artificiale e cominciamo a fare sperimentazioni nelle nostre aziende PMI, visto che le grandi aziende da qualche anno stanno già utilizzando gli algoritmi e i chatbot, e visto che Microsoft attraverso i “Cognitive Services di Azure e i nuovi strumenti di Visual Studio o la PowerBI sta rendendo accessibili a tutti gli elementi di IA utili per i business.

 

Noi abbiamo cominciato a fare le nostre strategie per aiutare i clienti a capire meglio come adottare elementi di IA in modo efficace e con il giusto investimento e da settembre cominceremo con le prime sperimentazioni. Chi fosse interessato ad approfondire può contattarci www.awan.it.


 

2 pensieri su “L’IA per le PMI

  1. E’ veramente sbalorditivo come stiamo vivendo in un periodo in cui presto vivremo in simbiosi con i robot e in cui lo sviluppo tecnologico sta rivoluzionando il mondo. Quando fino a pochi anni i robots erano protagonisti di film fantascientifici ora diventeranno la realtà vivremo in un mondo che

  2. Bell’articolo! L’intelligenza artificiale ormai è il futuro ed è così in rapida ascesa che non è nemmeno facile prevedere fino a che punto potranno integrarsi nelle nostre vite. Ma il potenziale per le aziende è certo che sia molto fruttuoso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...