“avanguardia”, storia di una impresa sociale

Quando conobbi Giuseppe Padovani, presentato dal nostro comune amico Franco Amicucci, fui folgorato dalla sua storia, e dal progetto che stava realizzando. Senza esitazione decidemmo di offrire tutte le nostre competenze e metodologie per aiutare questa impresa sociale a decollare. Da Verona il team si trasferì per un week-end nei nostri uffici di Pocapaglia, e tra una passeggiata nel verde e un pranzo conviviale, ponemmo ad Ottobre le basi di quella che è oggi la nostra collaborazione.

Ma cos’è AVANGUARDIA: abbiamo sintetizzato la visione e la missione insieme a Giuseppe oltre a quello che lui scrive su sito www.avanguardiaverona.it

Crediamo che tutte le persone come i materiali debbano liberare la loro essenza e potenzialità”.   QUINDI:Smontiamo il prodotto e torniamo alla materia con cui è stato fatto togliendogli così la funzione per cui è stato creato. Rigeneriamo quella materia in poesia facendola diventare qualcosa che non ha una sola funzione perché ne può avere mille, milioni ancora, come infinita è la nostra immaginazione. Tutto torna al cuore delle persone che lo realizzano.”

In queste parole sta l’essenza dell’impresa sociale Avanguardia che oggi produce oggetti e arredamenti di design utilizzando materiali recuperati da cooperative sociali che impiegano persone disagiate e nella produzione, insegna a queste persone un mestiere e le aiuta ad inserirsi nella società con una abilità artigiana e di consapevolezza che abbiamo definito “Artigianato Intellettuale”.

Il progetto funziona e piace, e ha ricevuto diversi riconoscimenti, ed è assolutamente in linea con la nostra sensibilità sociale per il miglioramento del pianeta. Riciclare e offrire opportunità a chi è stato escluso da questo sistema sociale profondamente iniquo, ma noi cosa ci facciamo ?

Con la nostra metodologia abbiamo velocemente sintetizzato il progetto con il team:

image

e con i modelli di proposta di valore abbiamo descritto meglio il valore dell’offerta per i vari segmenti di clienti che potrebbero avere e già hanno:

image

Quindi con il nuovo modello Mktg Canvass di nostra creazione, stiamo preparando le campagne di marketing ed il piano marketing per aiutarli a comunicare correttamente il loro progetto, successivamente prepareremo con loro il pitch per possibili investitori. Per ora l’Opera del Murialdo di Torino a cui il progetto è piaciuto è entrata con  finanziamenti e con una nuova opportunità di realizzare presso un’area attrezzata della circoscrizione Borgo Vittoria una “AVANGUARDIA TORINO”, con cui collaboriamo a che qui a focalizzare l’idea fono alla realizzazione  e lancio.

image

Il progetto di Giuseppe è ambizioso e noi abbiamo deciso di affiancarlo investendo il nostro tempo e le nostre competenze in questa iniziativa sociale, tuttavia se si realizzerà sarà una delle realtà sociali più innovative nell’abito della riforma del “terzo settore”, per questo dobbiamo esserci, intanto abbiamo verificato che le nostre nuove metodologie di lavoro funzionano bene per lanciare nuove iniziative di successo. Oggi Avanguardia, con la visione di Giuseppe ed il nostro supporto sta seguendo diversi progetti in giro per l’Italia, e li ha anche organizzati con una strategia coerente.

image

ECONOMIA E AMBIENTE: SFIDE ED OPPORTUNITA’

Due problemi importanti sono alla base della sfida del terzo millennio: il cambiamento climatico e economia ristagnante con disoccupazione alta e PIL in calo in tutto il mondo.

Cosa si puo’ fare per ovviare a questa situazione ?

La digitalizzazione delle tre infrastrutture chiave del sistema economico comunicazioni, energia e trasporti e la loro integrazione in una piattaforma Internet Of Things sono la risposta secondo Jeremy Rifkin. Queste operazioni porteranno ad un aumento di produttività ed efficienza in quanto il modello avrà costi marginali tendenti allo zero.

a2020

Nel futuro si vedranno le macchine ed i device dotati di sensori che inviano e ricevono dati utili a tutta la value chain e tutto sarà collegato in una sorta di cervello globale a disposizione dell’intera comunità economica. Ogni entità sia essa una persona fisica, un professionista, un’azienda avrà accesso ai dati di questo cervello globale e in real time potrà usufruire di informazioni e vantaggi utili per aumentare la produttività e l’efficienza.

IOT

Ovviamente dal punto di vista politico e sociale le generazioni future dovranno scendere in campo per affrontare il problema di questo sistema aperto facendo sì che multinazionali e governi non sfruttino le informazioni presenti a discapito dei nuovi imprenditori emergenti.

IneedUhaveLa crescita esponenziale di internet, dei social media, i sistemi di condivisione di informazioni a tutti i livelli stanno trasformando l’economia da tradizionale capitalistica a Sharing Economy. Vediamo un progressivo aumento di siti web ed app per mobile per: condividere automezzi, biciclette, libri, formazione, video e quant’altro condivisibile. Questa condivisione di beni materiali, servizi e conoscenze costituiscono una tipologia di consumo collaborativo dove non esiste possesso ma uso, tipologia alternativa al consumismo classico che riduce l’impatto che quest’ultimo provoca sull’ambiente.

Sempre di più si parla di car-sharing, co-working , baratto, banche del tempo, videocomunicazioni e Sono tutte soluzioni ad impatto ambientale ridotto e con un costo marginale che progressivamente si riduce fino quasi di azzerarsi.

  • Il car sharing si prevede che nel prossimo futuro ridurrà dell’80% il parco macchine mondiale. Economisti come Rifkin ritengono che per ogni auto condivisa 15 usciranno dalla catena di produzione e l’utilizzo di questo sistema è in aumento
  • Il co-working permette di condividere spazi di lavoro comuni, hardware e collaboratori con evidente risparmio delle spese e riduzione dell’inquinamento riducendo gli spostamenti fisici e i consumi energetici.
  • Il baratto permette di rimettere in circolazione oggetti che altrimenti in molti casi verrebbero anche cestinati con un’evidente abbattimento dei costi di smaltimento
  • Le banche del tempo sono note da tempo per lo scambio delle conoscenze tra persone. Non esiste un valore di mercato differente da un altro in quanto si scambiano conoscenze e quindi il tempo di un offerente e uguale a quello di un fruitore.
  • Le videocomunicazioni professionali ci permettono di organizzare riunioni virtuali senza spostamenti fisici con la conseguenza non solo del risparmio di tempo quanto dell’abbattimento dell’inquinamento ambientale. Non spostarsi e soprattutto non essere in coda nel traffico ci permette di non inquinare e di trovare una risposta concreta al problema del cambiamento climatico.rationalbenefits

La digitalizzazione delle 3 infrastrutture, la creazione di un sistema IOT integrato non potrà che influenzare positivamente la crescita di questo tipo di economia. Ovviamente le economie tradizionali potranno attraversare momenti di profonda crisi ma è proprio dalle grandi crisi che nascono le migliori opportunità e le più grandi rivoluzioni.

iotsust

 

L’IOT e la Sharing Economy permetteranno anche alle persone comuni di sviluppare la propria imprenditorialità sondando nuovi terreni, nuove opportunità e creando business sempre più alternativi.

Digitalizzare e collegare tutta la rete elettrica italiana, trasformare l’intera rete di trasporti spostandosi dai combustibili fossili all’elettricità, riqualificare energeticamente tutte le aziende e gli edifici darebbe lavoro a due generazioni future e salverebbe il pianeta dal cambiamento climatico.

In Germania si produce già il 27% di energia da fonti rinnovabili e si prevede che entro il 2040 arriverà al 100%. Milioni di persone si autoproducono energia elettrica e la immettono in rete per condividerla con gli altri non puo’ che portare a notevoli risparmi. E’ una modalità che qualsiasi fruitore dei social network e di internet  conosce: come si condividono contenuti condivideremo energia beneficiandone tutti.

Il futuro dell’economia e dell’intero ambiente dipenderà quindi da cosa faremo nel prossimo futuro e da come saremo capaci di adottare i nuovi modelli:

  • Energie rinnovabili
  • Internet Of Things
  • Digitalizzazione
  • Sharing Economy

Recentemente abbiamo aderito a progetti di compensazione delle emissioni di CO2, operiamo servizi di consulenza in ambito della riqualificazione energetica per alcuni nostri clienti e collaboriamo con operatori del settore delle energie rinnovabili. Parallelamente continuiamo ad essere attivi nel campo di internet e dei social media spingendo l’utilizzo di Internet sia in ambito marketing che per la condivisione di informazione e risorse e utilizziamo e commercializziamo strumenti professionali digitali per la produttività aziendale.

Per noi è importante la responsabilità sociale delle aziende nell’ambito della tutela ambientale e l’utilizzo di nuovi modelli di business sostenibili.

csr

Paola.

www.cloudea.it